“Per migliaia di candidati meritevoli si prospatta una selezione-beffa”. E’ la denuncia lanciata dall’Anief, l’associazione professionale sindacale secondo cui una fetta consistente dei prossimi 11.542 vincitori del famoso concorsone scuola rimarranno disoccupati in quanto “non ci sono più posti liberi.

[Continua la lettura dell’articolo]