Dopo un’assenza durata 17 anni, il congresso nazionale dei cuochi torna in Sicilia. E sceglie Catania nell’anniversario della sua trentesima edizione. La Federazione italiana cuochi ha designato l’isola come destinazione per il congresso nazionale che si terrà dal 31 marzo al 2 aprile.

L’annuncio ufficiale è arrivato dal presidente nazionale Fic, Rocco Pozzulo, assieme al referente regionale (Domenico Privitera) e provinciale (Seby Sorbello) durante la manifestazione Taormina Gourmet.

Congresso nazionale dei cuochi a Catania

Si attendono oltre 2000 cuochi al centro fieristico Le Ciminiere. Il congresso avrà come filo conduttore il “Gusto in scena” e punta a coinvolgere catanesi e turisti nei luoghi storici cittadini in cui saranno programmati eventi legati alla manifestazione.

«Organizzeremo una grande serata al Teatro Massimo Bellini – ha anticipato lo chef Seby Sorbello – abbinando i piatti alla musica dei grandi compositori. In più in quei giorni porteremo a Catania, il 31 marzo, l’edizione 2019 di “Cibo Nostrum” fra i viali della Villa Bellini in un percorso con 150 presidi culinari e 50 postazioni per la degustazione dei vini etnei. Inoltre faremo in modo di far visitare ai partecipanti i luoghi più belli della Sicilia, fra Agrigento, Siracusa, Taormina: vogliamo che il congresso rappresenti un’occasione non solo di confronto tra noi, ma un’opportunità di arricchimento culturale».