Come tenere alla larga il Coronavirus dagli ambienti chiusi?

L’Istituto superiore di sanità (Iss) ha pubblicato sul suo sito una serie di consigli utili, a partire da una serie di raccomandazioni sul ricambio d’aria, i prodotti di pulizia e i sistemi di ventilazione, a cura del Gruppo di studio nazionale inquinamento indoor dell’Iss.

Vediamo insieme cosa fare.

“Aprire regolarmente le finestre scegliendo quelle più distanti dalle strade trafficate – suggeriscono gli esperti – Non aprire le finestre durante le ore di punta del traffico e non lasciarle aperte la notte; e ottimizzare l’apertura in funzione delle attività svolte”.

Per quanto riguarda la pulizia occorre igienizzare “i diversi ambienti, materiali e arredi utilizzando acqua e sapone o alcol etilico 75% o ipoclorito di sodio 10%. In tutti i casi le pulizie devono essere eseguite con guanti e/o dispositivi di protezione individuale – precisano gli esperti -. Non miscelare i prodotti di pulizia, in particolare quelli contenenti candeggina o ammoniaca con altri prodotti. Sia durante che dopo l’uso dei prodotti per la pulizia e la sanificazione, arieggiare gli ambienti“.

Infine per gli impianti di ventilazione.

Se si è a casa: “Pulire regolarmente le prese e le griglie di ventilazione dell’aria dei condizionatori con un panno inumidito con acqua e sapone oppure con alcol etilico 75% – raccomanda l’Iss – Negli uffici e nei luoghi pubblici: gli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc) devono essere tenuti accesi e in buono stato di funzionamento.

Tenere sotto controllo i parametri microclimatici (ad esempio la temperatura, l’umidità relativa, e la CO2). Negli impianti di ventilazione meccanica controllata (Vmc) eliminare totalmente il ricircolo dell’aria. Pulire regolarmente i filtri e acquisire informazioni sul tipo di pacco filtrante installato sull’impianto di condizionamento ed eventualmente sostituirlo con un pacco filtrante più efficiente”.

Articoli correlati