Come lavare le mani correttamente?

È una domanda che si stanno facendo in molti, visto che una corretta igiene è utile ai fini di prevenire il contagio dal nuovo coronavirus. Il ministero della Salute e l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomandano di lavarsi le mani regolarmente con acqua e sapone o con soluzioni a base di alcol.

Come si lavano le mani

Per lavare le mani in modo corretto, l’intera procedura deve durare tra i 40 e i 60 secondi (più o meno il tempo necessario per cantare due volte “Buon compleanno”. Gli esperti raccomandano di applicare il sapone solo dopo essersi bagnati le mani con l’acqua corrente. Va erogata una giusta quantità di sapone, che possa coprire tutta la superficie delle mani.

Una volta applicato il prodotto detergente, si procede massaggiando le mani, palmo contro palmo, con un movimento circolatorio. Si continua la detersione posizionando il palmo destro sopra il dorso sinistro, intrecciando le dita tra loco e facendole scivolare le une tra le altre. Si ripete la manovra, scambiando la posizione delle mani e si esegue la stessa procedura posizionando palmo contro palmo.

LEGGI ANCHE >> Coronavirus, primo caso in Sicilia

Si deve dedicare tempo anche alla pulizia delle dita, dei pollici e dei polpastrelli. Si posiziona il dorso delle dita contro il palmo opposto, tenendo le dita strette tra loro, escluso il pollice, per il quale si richiede un’ulteriore manovra, che consiste nella frizione rotazionale del pollice stretto nell’altro palmo.

Per pulire i polpastrelli è necessario aiutarsi con il palmo dell’altra mano, eseguendo movimenti rotatori, facendo forza su quest’ultimo. Dopo aver portato a termine queste manovre, si procede al risciacquo. Gli esperti consigliano di utilizzare una salvietta monouso per asciugare le mani e per chiudere il rubinetto, evitando di venire a contatto con le superfici.

Ecco come si lavano le mani