L’assessore regionale alla Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus sull’isola. Attraverso una diretta Facebook, ha spiegato cosa sta accadendo e cosa accadrà nei prossimi giorni.

«Dalla ricostruzione epidemiologica dei casi, purtroppo in tutti i casi individuiamo contatti con provenienza dalle aree di contagio del Nord nei 14 giorni precedenti. Ecco perché raccomandavamo maggiore cautela nel rientro in Sicilia, ed ecco perché noi chiediamo ai cittadini di rispettare le indicazioni sull’isolamento in quarantena volontaria o obbligatoria. Chi ha rispetto dei sanitari deve rispettare le regole».

«L’aumento dei positivi è dovuto anche ad un maggiore numero di tamponi effettuati, secondo la direttiva del presidente Musumeci. Ci sono dati che ci fanno ben sperare, come il modesto aumento del numero di persone ricoverate in ospedale e in terapia intensiva. Siamo pronti per i successivi step e per una crescita di contagi. Ho firmato questa mattina il decreto che autorizza il Dipartimento per le attività sanitarie a pubblicare l’avviso pubblico che consente anche alla rete dei laboratori privati di effettuare un numero di tamponi che riguarderanno il personale sanitario e i soggetti rientrati in Sicilia», ha aggiunto Razza.