Sono più di 20mila le persone arrivate in Sicilia in seguito all’emergenza Coronavirus, che si sono iscritte all’apposita piattaforma della Regione Siciliana. A confermarlo, l’assessore alla Sanità, Ruggero Razza, ospitato questa mattina dalla trasmissione Agorà.

«Si superano i 20mila registrati, ieri li abbiamo suddivisi per regione, provincia di provenienza ed età: oltre 8mila arrivano dalla Lombardia, quasi 6mila solo dalla città di Milano, nella fascia di età tra i 20 e i 30 anni quasi il 50%. Bisogna registrarsi per dare informazioni: chi si registra ha accesso a tutte le informazioni fondamentali».

Razza ha ricordato l’importanza di rimanere in casa il più possibile, al fine di ridurre le possibilità di contagio. L’assessore, inoltre, ha fatto nuovamente il punto della situazione sull’organizzazione della nostra Regione.

«Ci è stata data disponibilità di una nave-ospedale ed è una fase alla quale pensiamo. Abbiamo elaborato un piano con più ospedali che si stanno convertendo per essere dedicati al Coronavirus: si parla di mille posti letto dedicati. Per le terapie intensive, abbiamo chiesto che la Protezione Civile ci dia un cronoprogramma di consegne. Siamo d’accordo sulla condivisione di responsabilità, ma abbiamo bisogno di informazioni e di un’equa distribuzione delle risorse: abbiamo bisogno in modo celere dei dispositivi di protezione».

Articoli correlati