Ha reagito alla morte della moglie con un bellissimo gesto di solidarietà. Keith Davison si è ritrovato solo, nel silenzio della sua casa: "Non si può immaginare cosa significhi" ha detto a un giornalista, "Piangi un sacco con tutto quel vuoto e quel silenzio". Un vicino, però, gli ha dato un'idea: "Dovresti adottare tutti i bambini del quartiere, sono loro i tuoi nipoti", gli ha detto: così, con una spesa di 20mila dollari, Keith ha fatto costruire una piscina nel suo giardino, aprendola ai ragazzini del quartiere. 

Evy Davison è morta a 66 anni per un cancro. Nonostante la coppia abbia avuto tre figli, la solitudine pesava: "Ora non me ne sto più seduto guardando il muro – racconta Keith – a cosa si potrebbe pensare di diverso quando si hanno decine di bambini che frequentano la tua piscina ogni pomeriggio?". La solidarietà ha riportato il sorriso nella vita di Keith, come si vede dalle foto che lo ritraggono.