01In guerra e in carestia tutto è concesso: a Palermo gli esercizi commerciali cambiano il volto della città, e anche quello dei cittadini, che da oggi possono iniziare a tirare un sospiro di sollievo.

Sarà la crisi, ma Palermo ha deciso di non farsi abbattere e anzi di iniziare a collaborare per riceverne il massimo dei benefici. Si tratta dell’Addiopizzocard, che permette alla cittadinanza di usufruire di uno speciale sconto sui prodotti degli esercizi commerciali aderenti.

Si chiama ‘sconto etico’, ed è volto alla formazione di una cassa comunitaria da parte dei commercianti della città di Palermo. In pratica, negli esercizi che aderiscono all’iniziativa, il consumatore potrà godere di uno sconto sui prodotti, mentre i commercianti avranno il compito di versare la somma corrispondente in un fondo cittadino volto a rendere Palermo più bella.
L’Addipizzocard è una cosiddetta iniziativa di investimento collettivo, che ha il nobile obiettivo di combattere il racket del pizzo e promuovere il consumo responsabile tra la cittadinanza.

Addiopizzo, l’associazione che in Sicilia si occupa, già dal 2004, di combattere la pratica illegale dell’estorsione praticata a danno degli esercizi commerciali, aveva già lanciato la geniale iniziativa in occasione della IX Festa del consumo critico Addiopizzo, tenutasi tra il 16 e il 18 maggio scorso.
Sono già 916 le imprese Addiopizzo e 152 gli esercenti convenzionati; che cosa aspetti? Se hai un’attività, assòciati con il Comitato per dire basta al pizzo e contribuire alla realizzazione dei progetti di investimento didattico-culturale, attivati all’interno delle mura della città di Palermo.

Presso il Parco della Favorita, è prevista infatti l’istituzione di un Centro di Educazione Ambientale; un luogo permanente di aggregazione scientifica e culturale volto a ricercare nuove vie e metodologie per una fruizione più ecosostenibile dell’area, fondata dunque sul rispetto degli ambienti che lo compongono e che contribuiscono alla sua formazione.
Mentre Piazza Magione sarà il nucleo fondante del progetto “Magionet”, che ha l’obiettivo di consolidare la presenza delle mamme e dei bambini del quartiere Kalsa, attraverso l’attivazione di piani di gioco, sport e benessere, e attraverso politiche di aggregazione e di inclusione socio-lavorativa.

Sono quasi 11.500 i consumatori che fanno già uso della Addiopizzocard, e ottenerla è facilissimo: basta recarsi nella sede del Comitato, sita in via Lincoln 131, oppure sul loro sito internet ufficiale; nell’area personale potrai votare il tuo progetto preferito, e valutare tutte le iniziative messe appunto dall’associazione.

Autore | Enrica Bartalotta