"Crocetta dimettiti!" è l'inequivocabile titolo di una petizione per chiedere il rovesciamento dell'attuale governo regionale. L'iniziativa di Italia dei Valori – fa sapere il partito – ha raggiunto la ragguardevole cifra di 7.590 firme in soli tre giorni. La lista di motivazioni è sterminata, dal debito che sfiora gli 8 miliardi di euro fino alle infrastrutture, passando per la gestione della sanità. "Crocetta dimettiti!" andrà avanti. Il perché lo spiegano il segretario regionale di Idv Salvatore Messana e il vice Paolo Caracausi:

Le riunioni dei direttivi delle varie forze politiche, susseguitesi nello scorso fine settimana, non hanno però fin qui prodotto iniziative decise per porre fine alla nefasta esperienza del Governo Crocetta alla Regione Siciliana in particolare la direzione regionale del Pd, pur rilevando a grandissima maggioranza il fallimento dell’azione di governo di Rosario Crocetta e soprattutto denunciando la crisi etica e morale di questa esperienza, non è riuscita a decidere se mettere fine a questa legislatura o quando farlo. 

Politicamente questa è anche la logica conseguenza di anni di governi politicamente trasversali nati con il solo obiettivo di determinare una diversa maggioranza in seno all’Assemblea Regionale, con Lombardo e poi con Crocetta per vincere, senza riuscire poi a governare. Idv rivolge un appello alle forze progressiste affinché si dia vita ad una nuova stagione politica, con la fine delle alleanze tattiche, determinando la costruzione di un programma serio per il rilancio della Sicilia.

Tutto questo non può che partire dal decretare la fine di questa legislatura con una bocciatura solenne dell’esperienza Crocetta, che ricordiamo non fu scelto dal Pd ma si impose sfruttando anche le difficoltà che in quel momento rendevano difficile la scelta di un candidato condiviso. L’appello è anche rivolto a movimenti, associazioni, singoli deputati regionali e cittadini perché si dia vita a un grande movimento di liberazione da Crocetta.