"La casa era troppo grande, sempre sporca, non potevo più di pulirla e allora le ho dato fuoco". Potrebbe sembrare uno scherzo, ma questa è realmente la giustificazione che Anthony Graeme Humphrey, padrone di casa, ha fornito ai poliziotti di Vittoria, in Australia, che lo hanno arrestato per incendio doloso e tentato omicidio

Dà fuoco alla sua abitazione, ma la spiegazione non convince gli agenti

A riportare la notizia è il tabloid britannico The Sun, che ha riassunto in dettaglio tutto l'episodio. In realtà, la spiegazione fornita da Graeme non ha convinto gli agenti: nell'appartamento, infatti, c'era la sua partner che dormiva e i due avevano litigato la sera prima. A quanto pare, quindi, c'è il dubbio che l'uomo abbia dato fuoco all'abitazione per altri motivi. L'abitazione ha subito danni per circa 80.000 euro.