Decathlon a Palermo, a quanto pare, non aprirà, L’investimento sarebbe sfumato a causa di un problema burocratico. L’area in cui doveva sorgere la struttura ricade infatti in zona B/2: questo significa che non è possibile realizzare un parcheggio, in qualsiasi forma venga progettato. A riportare la notizia è il sito ilsicilia.it, che spiega:

«La ditta che doveva occuparsi dei lavori di costruzione del punto vendita del colosso francese, specializzato in articoli sportivi, era la Co.San. Srl di Palermo. L’informazione è arrivata tramite una segnalazione anonima che abbiamo verificato al Suap, lo Sportello Unico attività produttive del Comune.

Dalla sede di via La Malfa non hanno dato né conferma, né smentita: la “pratica Decathlon” sembra che lì non sia mai arrivata e non risulterebbero richieste di autorizzazioni relative ai lavori di via Nicoletti. I funzionari hanno quindi passato la palla all’Edilizia Privata. Dagli uffici di via Ausonia hanno ribattuto che invece è proprio il Suap, l’ufficio preposto al rilascio dei permessi necessari. Una sola conferma: quella in questione è zona “B/2” e lì non si possono fare parcheggi. Oltre al danno la beffa, quella della costruzione a Palermo del Decathlon pare sia, infatti, una “pratica fantasma”».

L’apertura di Decathlon a Palermo aveva suscitato un grande interesse da parte della cittadinanza. Sembrava fosse tutto ormai certo e che mancassero solo le ultime autorizzazioni. Lo stesso assessore alle Attività Produttive, Sergio Marino, aveva spiegato a gennaio che si stava arrivando alle battute finali. Adesso sarebbe tutto fermo: insieme all’Ikea, anche Decathlon a Palermo al momento rimane un miraggio.