Si apre con un colpo di scena il processo che vede alla sbarra Mamadou Kamara, cittadino ivoriano di 18 anni, ritenuto l'autore del duplice omicidio dei coniugi di PalagoniaVincenzo Solano, 68 anni, e Mercedes Ibanez, 70 anni. Il 30 agosto i due furono assassinati nella loro villetta e la donna sarebbe anche stata violentata.

L'avvocato delle figlie delle vittime, Francesco Manduca, ha depositato una richiesta affinché il Viminale sia responsabile civile. Secondo il legale, il ministero dell'Interno ha "culpa in vigilando": era responsabile dell'imputato che si è allontanato nella notte dal Cara di Mineo, il centro di accoglienza per i richiedenti asilo, per rientrarvi la mattina seguente, dopo aver rapinato e ucciso i coniugi. Per l'avvocato, il Viminale "avrebbe dovuto vigilare e non lo ha fatto nel modo giusto".