Denise Pipitone compie 18 anni domani, 26 ottobre. Scomparsa a Mazara del Vallo nel settembre del 2004, da allora se ne è persa ogni traccia. Tante le segnalazioni, numerose le indagini e gli approfondimenti, che purtroppo non hanno mai portato al ritrovamento.

La mamma, Piera Maggio, non ha mai perso la speranza, continuando a cercare con forza la figlia. Adesso, arrivati al 2018, Denise avrebbe spento 18 candeline. Un traguardo importante nella vita di ognuno, che in questo caso non potrà essere festeggiato.

In occasione della ricorrenza i genitori di Denise, Piera Maggio e Piero Pulizzi (padre biologico), hanno deciso di donare alcuni giochi rimasti inutilizzati. Si tratta di una casetta e una bici, che verranno regalati alla scuola Rodari di piazza Macello, a Mazara del Vallo. Qui Denise Pipitone ha frequentato il primo anno di scuola dell’infanzia.

«La casetta – racconta Piera Maggio in un post pubblicato su Facebook – è quella regalata dall’allora amministrazione comunale di Mazara del Vallo in occasione del quarto compleanno di Denise, quasi due mesi dopo il suo sequestro».

La scomparsa di Denise Pipitone

Denise Pipitone è scomparsa il primo settembre del 2004, davanti casa della famiglia, all’angolo tra le vie Castagnola e La Bruna. Il rapimento (questa l’ipotesi più accreditata) è ancora avvolto dal mistero. In questi anni non sono mancate svolte vere e presunte nella vicenda, ma tutto si è rivelato un buco nell’acqua.