Festival di Morgana, al via l’edizione 2018 tra tradizione e sperimentazione

Lunedì 29 ottobre alle 10, la presentazione del programma al Museo Pasqualino

Un’arte che continua a parlare con forza alla realtà contemporanea, quella dei pupi, e che unisce nel dialogo e nel confronto tradizioni e
linguaggi sperimentali, ma anche differenti luoghi della città.

Il programma completo del Festival di Morgana – tra gli eventi finanziati da Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 – verrà presentato

lunedì 29 ottobre alle 10, al Museo Pasqualino (piazza Antonio Pasqualino, 5).

Un viaggio lungo ben 43 edizioni (iniziò nel 1975 con il nome di Rassegna di opera dei pupi), che di anno in anno ha assunto un carattere internazionale, coinvolgendo con sempre maggiore intensità compagnie provenienti da tutto il mondo ed eventi collaterali collegati al teatro dei pupi.

Quest’anno, il Festival di Morgana si svolgerà dal 7 all’11 novembre: cinque giorni che ospiteranno oltre trenta spettacoli, due prime nazionali, sette compagnie di opera dei pupi provenienti da tutta la Sicilia e quattro compagnie internazionali di teatro d’immagine contemporaneo da Francia, Spagna e Irlanda.

Insieme agli spettacoli, all’interno del Festival sono previsti una mostra multimediale sull’opera dei pupi, che integra 5 progetti artistici di innovazione tecnologica con il coinvolgimento di grandi artisti e giovani talenti e Petits Malins, e un ciclo di proiezioni di film di animazione in collaborazione con l’Institut Français di Palermo.

Un’edizione speciale, quest’anno, aperta anche nei luoghi: Palermo diventerà un vero e proprio teatro diffuso, che, insieme al Museo delle marionette Antonio Pasqualino, include altri sette luoghi-simbolo della presenza del teatro dei pupi in città: la Chiesa S.S. Euno e Giuliano, Palazzo Alliata di Villafranca, Palazzo Riso, Palazzo delle Aquile, Palazzo Butera, il Teatro Carlo Magno, il Teatro Ditirammu.

“Questa edizione del Festival di Morgana è stata concepita, alla luce dei tempi che viviamo, come un abbraccio virtuale che racchiude diverse realtà – dice il direttore, Rosario Perricone – in nome del dialogo, della tradizione e della sperimentazione di cui da sempre il teatro dei pupi e il museo che dirigo si fanno portatori”.

Organizzata dall’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari, la XLIII edizione del Festival di Morgana è realizzata in collaborazione con: Comune di Palermo; Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018; Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo; Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana; Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, Direzione generale Spettacolo dal Vivo; Instituto Cervantes di Palermo; Institut français Palermo; Fondazione Arte e Cultura.

Direttore Rosario Perricone; Organizzazione Maria Fasino e Floriana Sciumè; Promozione e comunicazione Monica Campo e Chiara Vaglica; Amministrazione Maria Teresa Gnoffo e Daniela Casamento; Allestimenti tecnici Francesco Cutrona, Giusi Seggio e Paolo Benfante; Service audio/luci Gano Scancarello e Francesco Scancarello; Riprese audio video foto Francesco e Giancarlo La Bruna; Progetto grafico Cristina Stassi.