Una disposizione di servizio inviata ai dirigenti dal segretario generale del comune di Trapani, Raimondo Liotto, vieta ai 700 dipendenti dell'ente di fermarsi a parlare nell'atrio della struttura dopo aver timbrato il cartellino. Nella circolare, firmata dal segretario generale, è infatti scritto: "Debbono raggiungere immediatamente il proprio luogo di servizio. Ciò per prevenire  probabili abusi da parte del personale".

Questa nuova disposizione si aggiunge a quella inviata qualche giorno fa che vietava la pausa caffè. Nel testo si leggeva chiaramente del divieto "di soffermarsi per prendere un caffè all'interno dell'ente, dove vi sono i distributori automatici di caffè, bevande e quant'altro, allo scopo appunto di sottrarre tempo prezioso per l'espletamento della propria attività lavorativa".