Non bastavano i "problemi esplosivi" delle batterie del Galaxy Note 7: Samsung di nuovo nell'occhio del ciclone. Come rivela la "BBC", infatti, alcune lavatrici dell'azienda sono esplosi: il riferimento è a dei modelli a carica dall'altoo prodotti tra il marzo 2011 e l'aprile 2016.

Samsung ha fatto sapere di essere in contatto con la "U.S. Consumer Product Safety Commission", la commissione statunitense che si occupa della sicurezza dei prodotti venduti nel paese. "In rari casi le unità coinvolte possono accusare vibrazioni anomale che potrebbero mettere a repentaglio l'incolumità delle persone o causare danni quando si lavano capi ingombranti, lenzuola o tessuti resistenti all'acqua", si legge in un comunicato dell'azienda.

Per il momento Samsung consiglia a chi ha acquistato di usare il ciclo di lavaggio delicato, su cui non sono stati riportati incidenti. Non si tratterebbe comunque di esplosioni intese come fiammate improvvise, ma semplicemente di uno scoppio all'interno della lavatrice che manda fuori uso l'elettrodomestico.

Alcuni clienti vittime del difetto, però, la pensano diversamente. "È stato un rumore fortissimo. Sembrava una bomba esplosa accanto al mio orecchio. C'erano fili e dadi sparsi, e il coperchio era sul pavimento", ha raccontato una donna spiegando che il figlio piccolo era a pochi metri e solo per caso non è stato colpito.