Rosolino Sagona, il bimbo di 11 anni di Alia (PA) ustionato dal barbecue, è morto ieri pomeriggio all'ospedale dei Bambini di Palermo. Era stato travolto dalle fiamme mentre era in casa con il resto dei familiari: in un momento di distrazione degli adulti avrebbe preso una bottiglia di alcol, dirigendo il getto del liquido sulla carbonella accesa.

Era arrivato, in un primo momento, nel reparto Grandi Ustioni dell'ospedale Civico, con ustioni sul 70% del corpo. Le condizioni erano gravi e la prognosi era rimasta riservata. A dare notizia della morte è il Giornale di Sicilia:

«Non voglio morire. Sono forte»: sarebbe stata questa una delle ultime frasi che il piccolo ha detto alla sua mamma mentre era ancora ricoverato al centro grandi ustioni del Civico di Palermo.