SIRACUSA – Due terribili episodi di bullismo a Floridia e a Siracusa. Nel paese, un 16enne ha reagito ad alcuni giudizi espressi su Facebook contro la fidanzata, aggredendo l'autore, un coetaneo, con calci e pugni, e poi ha tentato di rubargli il ciclomotore, non riuscendoci. La vittima è stata ricoverata all'ospedale di Siracusa con la frattura della mascella e un trauma cranico, mentre l'aggressore è stato denunciato al tribunale dei minori per lesioni e tentato furto aggravato.

"Ti ammazzo", "Ti devi ammazzare": questa e altre frasi sono state scritte, invece, sulle pareti del bagno di una scuola di Siracusa contro una studentessa "colpevole" di avere una simpatia per un ragazzo forse conteso con un'altra coetanea. La ragazza, accompagnata dai genitori, ha denunciato l'episodio ai carabinieri mostrando le scritte incriminate.