01Dopo le fortunate iMamma e iObestetrics, OB Science ci riprova e lancia My Fertility, una app per smartphone e tablet che aiuta le mamme del mondo a rimanere incinte.

In pratica, grazie ad un algoritmo, l’applicazione è in grado di valutare la fertilità di coppia, basandosi sia sui dati relativi all’ovulazione femminile che su quelli del liquido seminale maschile.
È un’idea tutta siciliana dell’azienda OB Science, fondata dai fratelli Fertitta e attiva nel campo del supporto medico e clinico.

Con la collaborazione di SIEOG, Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica e Metodologie Biofisiche, la compagnia ha già lanciato una serie di applicazioni per App Store e Google Play, volte ad aiutare le donne in dolce attesa, a gestire al meglio la loro gravidanza.

Sono 63 le nascite oggi registrate in Italia su un numero di donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni, pari a 1.000. Solo una donna su quattro rimane incinta provandoci la prima volta, ed ecco dove si inserisce il nuovo metodo 2.0 di OB Science per calcolare la fertilità.

L’applicativo è il primo al mondo a consentire ai neo genitori una conoscenza piuttosto accurata di quali sono i giorni più indicati per il concepimento. Basta scaricare il programma sul proprio tablet o telefonino e inserire i dati relativi agli esami preconcezionali. In breve tempo, il software fornirà tutte le riposte necessarie, indicando anche i consigli da seguire in caso di risultati fuori norma.

My Fertility, disponibile oggi in ben 6 lingue, nasce in collaborazione con l’ostetrico ginecologo Giovanni Alaimo e viene distribuito da fine novembre in tutti i Paesi del mondo in cui i dispositivi elettronici Apple vengono venduti.

E mentre gli utenti Android attendono il lancio anche sul proprio store, il responsabile marketing della società Pippo Fertitta annuncia: a breve anche un dispositivo indossabile, che tramite l’analisi dei parametri biofisici legati all’ovulazione, sarà in grado di dare un più preciso quadro della situazione, alle neo-mamme e ai neo-papà.

Ma su iTunes è già presente iMamma, una sorta di diario telematico della gravidanza, dove ogni mamma può appuntare qualsiasi cosa desideri: dal peso del nascituro ai promemoria degli esami. La app dà inoltre consigli su quale sia la migliore dieta da seguire, e fornisce le informazioni relative al periodo, settimana dopo settimana, oltre a essere anche un ottimo archivio mobile per le ecografie 3D e 4D.

Il programma, ormai scaricatissimo, si va ad affiancare ad un ricco universo di software per dispositivi mobili dedicati alla gravidanza, tra cui anche iObstetrics. Disponibile anche per telefonini e tablet che montano Android, iObstetrics è invece rivolta ai ginecologi. In pratica offre al medico una sorta di cartella, con la possibilità di seguire, aggiornare e sincronizzare tutti i dati riferiti all’andamento della situazione fetale e personale della paziente.

Autore | Enrica Bartalotta