È morto dopo due giorni di agonia Nicolò Storniolo, il 56enne rimasto vittima di un incendio scoppiato nella sua abitazione di Porticello, frazione di Santa Flavia (Palermo). Per sfuggire alle fiamme, si sarebbe lanciato nel vuoto, attraverso la finestra della veranda. La violenta caduta gli ha provocato diverse fratture e un trauma cranico commotivo. I medici dell'ospedale Civico di Palermo non hanno potuto fare nulla.

L'incendio sarebbe partito da una bombola del gas: sentendosi in trappola nell'abitazione piena di fumo, si sarebbe lasciato cadere, sbattendo con violenza contro il marciapiede. I passanti lo hanno trovato in strada, riverso in una pozza di sangue. Subito sono stati allertati i soccorsi: gli agenti hanno provato a spegnere l'incendio utilizzando un estintore, in attesa dei vigili del fuoco. Non è escluso che il pm di turno disponga l'autopsia.