Come riconoscere un uovo buono e sano distinguendolo da uno di qualità non eccelsa? Un trucchetto, per così dire, molto semplice, ma fondamentale in un periodo dove trovare del cibo genuino non è sempre impresa facile.

Il segreto sta nel colore del tuorlo. Se il tuorlo è giallo (uovo 1 dell'immagine) non è un buon segno: la gallina che lo ha prodotto è stata nutrita con cibo di qualità pessima ed è stata allevata in condizioni malsane, quindi anche le proprietà nutritive più importanti sono un optional.

Se il tuorlo, al contrario, è troppo scuro, di un colore arancione intenso (uovo 2), significa che l'animale è stato allevato e alimentato con mangimi carichi di coloranti, dunque fisiologicamente il prodotto finale ne risente e il cibo non è di buona qualità. 

Se, invece, il colore del tuorlo è arancione non intenso (uovo 3), è molto probabile che il prodotto sia di buona qualità. Come dicevano gli antichi romani, insomma, "in medio stat virtus". In chiusura un monito non certo marginale: bisogna sempre preferire uova provenienti da allevamenti biologici, e per sceglierli basta leggere le etichette delle confezioni.


Fonte: Rimedio Naturale