01010101Scaldare gli avanzi nel microonde è ormai un’abitudine, ma ci sono alcune cose che non possono assolutamente essere inserite nell’elettrodomestico! Alcune cose sono note, altre meno, scopriamole! Ecco cosa può e cosa non può andare nel microonde.

Vetro
E’ il materiale migliore per cuocere a microonde. Non mettete però bicchieri o coppe di cristallo al piombo.

Carta da forno
Pensata per reggere alle temperature del forno tradizionale, resiste bene anche nel microonde. Per chiudere i “cartocci” non adoperare chiusure di ferro, praticate poi con un ago dei forellini sulla pellicola o sul sacchetto, per evitare che l’aria calda ristagni e provochi l’esplosione del sacchetto.

Pellicola
Non ci crederete, ma si può mettere nel microonde. Meglio scegliere una pellicola più spessa e non deve toccare il cibo. E’ necessario forare la pellicola per far uscire il vapore che si forma durante la cottura.

Vasetti dello yogurt
Una volta svuotati si possono utilizzare per conservare altri cibi, ma non inseriteli nel microonde: si potrebbero ammorbidire o sciogliere, lasciando agenti chimici nel cibo.

Porcellana
Adatta al forno a microonde, ma solo se non presenta decorazioni in oro o in argento: il metallo può provocare scintille e danneggiare il forno.

Ceramica, terracotta, creta
Adatti alle microonde, purché siano smaltati a vetro e lo smalto non abbia crepe o fenditure. È però sconsigliabile perché potrebbero scoppiare: il fondo non smaltato o i bordi assorbono umidità, si riscaldano e possono quindi rompersi.

Contenitori di plastica
Se non resistenti al calore si deformano facilmente; accertatevi che su di essi sia riportata la dicitura “resistente al calore”. I contenitori Tupperware in genere sono in plastica, materiale che è meglio tenere fuori dal microonde, però ci sono dei Tupperware pensati per poter essere utilizzati nel microonde.

Contenitori di carta e cartone
Dovrebbero essere usati solamente per scaldare brevemente i cibi. Attualmente esistono in commercio contenitori di cartone ricoperti da una pellicola resistente al calore: prima dell’acquisto, accertatevi che i contenitori siano adatti.

Carta stagnola
Le microonde vengono riflesse e non penetrano negli alimenti coperti da questo materiale.

Contenitori di alluminio
Diversi tipi di piatti semipronti o pronti sono venduti in contenitori di alluminio duro: possono essere riscaldati nel forno a microonde, purché non siano più alti di 2-3 cm, siano scoperti e non a contatto con le pareti del forno.

Contenitori di legno e vimini
Questi recipienti sono solo parzialmente adatti per cuocere a microonde: una lunga esposizione alle microonde può incrinarli.

Coperchi
Se gli alimenti da cuocere o scaldare sono coperti, il tempo di cottura si riduce perché il vapore viene trattenuto e i cibi cuociono o si riscaldano più in fretta. Per coprire i contenitori si possono usare piatti di porcellana, coperchi di vetroceramica o pellicola trasparente.

Quali recipienti non usare mai?
Tutti i tipi di stoviglie di metallo che si usano generalmente per cucinare, come le pentole o i piatti da portata in acciaio inossidabile. Pentole e padelle in acciaio, acciaio inossidabile, ghisa, smalto, alluminio o rame non sono indicate (riflettono le onde, che non riescono a raggiungere gli alimenti e non possono quindi riscaldarli).

Quali cibi non inserire mai?
Le uova, come risaputo, esplodono se inserite intere. L’uovo esplode perché al suo interno evapora un po’ d’acqua e il vapore, che occupa più spazio del liquido, causa un aumento della pressione interna e provoca quindi la rottura improvvisa del guscio; è per questo motivo che le pietanze “ermeticamente chiuse”, come patate e mele, vanno bucherellate per permetter la fuoriuscita del vapore durante la cottura.

Ecco cosa succede se si cuoce un uovo intero nel microonde!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=VJ6VmjMg_GA[/youtube]

F.F.

Meteoweb