ENNA – Se Misterbianco è piena di blatte, Enna è invasa dalla spazzatura e dai topi. La crisi dell'Ato si quantifica con un buco di oltre 200 milioni di euro; la raccolta differenziata, partita con grande entusiasmo nella parte alta della città, ha prodotto solo sacchi di spazzatura accatastati davanti alle porte di abitazioni e palazzi. 

Decine di segnalazioni all'ufficio comunale per presenza di topi, anche di grandi dimensioni, nelle vie cittadine. I netturbini raccolgono a singhiozzo e molti cittadini caricano la spazzatura in macchina e vanno a scaricare a Enna Bassa, dove la differenziata non è mai partita.

I vigili urbani hanno intensificato i controlli e insieme ai carabinieri hanno sequestrato un'area in contrada Venova, dove erano stati ammassati ogni tipo di elettrodomestico e rifiuti speciali e in contrada Pollicarini a Pergusa. Grazie al ritrovamento di dati personali 4 persone sono state denunciate mentre si sta procedendo alla bonifica.