Parte ufficialmente la vendita dell’ex sede della Banca d’Italia ad Enna. Il palazzo si trova in piazza Garibaldi, nel centro storico della città. La costruzione risale al 1940 e il complesso ha una superficie di 2.531 metri quadrati.

L’ex sede della Banca d’Italia di Enna è in vendita

A darne notizia, in una nota, l’istituto centrale, pubblicando sul sito il bando. Il complesso immobiliare che fu sede della Filiale di Enna della Banca d’Italia sorse negli anni Quaranta del secolo scorso ed è sottoposto al vincolo di interesse storico-artistico. La base d’asta è di 40mila euro.

Si articola in 3 unità immobiliari a destinazione d’uso abitazioni di tipo civile, una unità immobiliare a destinazione d’uso istituto di credito e tre locali adibiti a deposito o magazzini.

Le caratteristiche

L’ex sede della Banca d’Italia si trova nel centro storico della città di Enna. Il fronte principale si affaccia su piazza Garibaldi. Nella piazza sorgono anche il palazzo della Prefettura e dell’ex Provincia Regionale, nonché l’edificio della Camera di Commercio. Si compone essenzialmente costituito da un corpo di fabbrica unico, con ingresso principale da piazza Garibaldi e da un giardino monumentale che si trova nel retro.

È presente un ingresso carrabile, con rampa di accesso al garage al seminterrato, attraverso un varco su piazza Garibaldi, provvisto di cancello metallico. Anche il giardino ha un accesso carrabile, con cancello in viale Savoca ed un accesso pedonale, sempre sulla stessa strada, che tramite un passetto conduce agli alloggi e all’ingresso secondario che un tempo veniva utilizzato dagli impiegati della banca.

La facciata dell’edificio ha rivestimenti in marmo travertino e mattoni, mentre una larga cornice decorativa intorno al portone principale e la zoccolatura, alta sino ai davanzali delle finestre del piano rialzato, sono state realizzate in marmo grigio. Foto: Michal OsmendaLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati