Esplode a Palermo la polemica sulla sicurezza della città. A lanciare l'allarme è il commissario provinciale dell'Udc Adriano Frinchi:

"In città siamo in piena emergenza criminalità – ha detto – non è più possibile fare finta di niente". "Non passa giorno – ha aggiunto – senza che si verifichino episodi criminali di ogni tipo: rapine, furti, raid contro mezzi pubblici, baby gang in azione. Nella solagiornata di ieri un commando armato ha assaltato il palazzo Tiffany mentre altri malviventi rapinavano la farmacia della famiglia Borsellino. È una situazione intollerabile. Auspico che le istituzioni cittadine si facciano promotrici della convocazione immediata di un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. È necessario mobilitarsi per consentire ai palermitani di sentirsi sicuri nelle strade e nelle proprie case".

Non ha tardato ad arrivare la risposta del sindaco Leoluca Orlando

“Qualcuno non ha capito – ha detto il primo cittadino – che siamo diventati una grande città dove purtroppo esistono i fenomeni di criminalità. Per quanto mi riguarda voglio confermare l’apprezzamento per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine. Noi veniamo percepiti nel mondo come una città eccitante e sicura”.

La risposta ha sollevato molte polemiche, in un dibattito che continua a riproporsi periodicamente.