BRISBANE – E' stato già definito un intervento miracoloso, e non soltanto perché ha salvato la vita al piccolo Jackson, bimbo di 16 mesi: i medici che lo hanno operato hanno praticamente 'riattaccato' la testa al resto del corpo. Il bimbo è rimasto coinvolto in un grave incidente stradale, mentre si trovava in auto con la mamma e la sorella di 9 anni, e l'impatto frontale con un altro veicolo gli ha provocato una pericolosa lesione alla colonna vertebrale, che ha provocato un distacco 'interno' della testa dalle ossa del collo.

Jackson è stato trasportato con l'elisoccorso in un ospedale di Brisbane, dove ha subito un intervento di 6 ore, sotto la guida del dottor Geoff Askin (noto  in Australia per la sua competenza in materia di chirurgia spinale). I medici hanno utilizzato un dispositivo che teneva il cranio del bimbo completamente immobile, hanno riattaccato le vertebre con un filo speciale e hanno utilizzato pezzi di costole del piccolo come innesti. Adesso, il paziente sta pian piano recuperando, anche se dovrà portare il dispositivo sulla testa per almeno 8 settimane.

Molti bambini non sarebbero sopravvissuti all'impatto – ha detto Askin – e, anche se ci fossero riusciti, non avrebbero mai potuto più muoversi o respirare.