Il canone Rai dal prossimo anno sarà ridotto da 113 a 100 euro: a dirlo, il premier Matteo Renzi, ospite del salotto televisivo di 'In 1/2 ora' di Lucia Annunziata. Lo sconticino non sarebbe l'unica novità relativa, perché si è anche parlato dell'inserimento del canone in bolletta elettrica.

Le proposte del presidente del Consiglio hanno destato non pochi dubbi: secondo Chiccho Testa, presidente di Assoelettrica "Il canone Rai nella bolletta elettrica è un'operazione impossibile. Non tutti i possessori di un televisore sono possessori di un contratto elettrico e non tutti i possessori di un contratto elettrico sono possessori di un televisore". 

A queste parole si aggiungono quelle del Codacos, che definisce l'inserimento del canone nella bolletta elettrica un "provvedimento illegittimo e anticostituzionale e, in quanto tale, impugnabile nelle competenti sedi". 

In base al Regio decreto legge 21 febbraio 1938, n. 246 – dicono dall'associazione – tale imposta si applica solo a chi possiede un apparecchio adibito alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano. Per questo snaturare il canone vincolandone il pagamento ad una bolletta sarebbe illegittimo, poiché non garantisce il verificarsi della condizione essenziale per il pagamento dell`imposta, ossia il possesso di un televisore o altro apparecchio atto a ricevere frequenze tv.