Può essere un modo molto semplice per attivare la perdita di peso, dal momento che la tiroide secerne degli ormoni fondamentali per le funzioni metaboliche. In caso di disfunzioni, dunque, possono nascere dei problemi, o magari delle vere e proprie malattie che causano, tra le altre cose, proprio un aumento incontrollato del peso. Il primo consiglio, naturalmente, è quello di rivolgersi al medico, sebbene esistano degli esercizi in grado di stimolare la tiroide.

In particolare, un esercizio di origini tibetane può aumentare il flusso sanguigno verso la ghiandola tiroidea, purificandola. Innanzitutto, è necessario strofinare bene le mani, così da riscaldarle, prima di poggiarle sulla tiroide per almeno 10 secondi. Bisogna poi ingoiare la saliva 3 volte, magari bevendo dell’acqua se si ha la bocca secca, ed esalare lentamente, inclinando la testa in avanti e cercando di spingere il mento verso il petto.

Questa posizione deve essere mantenuta per 5 secondi senza respirare. A questo punto, si deve ripetere l’ultimo movimento e, una volta raggiunto il petto con il mento, ruotare lentamente la testa a destra e sinistra. L'esercizio può essere ripetuto più volte, l'importante è rilassarsi sempre più man mano che lo si fa. In questo modo, si migliorerà la salute generale della ghiandola tiroidea e si limiteranno i suoi effetti sul metabolismo e sull'aumento dil peso.