01Ryanair continua la sua corsa verso il successo: la compagnia irlandese low-cost più famosa d’Europa, annunciava infatti ieri l’attivazione di nuove rotte su Catania e Comiso.

Si potrà partire da Catania oppure da Comiso, nei pressi di Ragusa, per poter andare nel resto d’Italia e d’Europa più frequentemente.
Si parla di ben 14 rotte divise tra i due principali scali aeroportuali dell’Isola: 8 su Fontanarossa, 6 su Comiso, che dovrebbero portare la compagnia a livrea blu e gialla a movimentare ben 1,55 milioni di passeggeri solo sullo scalo di Fontanarossa, entro la fine del 2015.

È il nuovo piano di programmazione della compagnia aerea a basso costo, per l’estate prossima, che per festeggiare il traguardo dei 300.000 passeggeri fatti volare da Comiso dall’inizio delle operazioni, nell’agosto dello scorso anno, ha messo in palio biglietti a prezzi stracciati per raggiungere le destinazioni europee e italiane di maggior gradimento già a partire da gennaio.

In attesa delle nuove 8 frequenze settimanali da Catania e ben 19 da Comiso, dove si attendono ben 275.000 clienti, è intanto già possibile prenotare una mini-vacanza per la primavera.
Da Catania, si potrà infatti raggiungere Londra, Marsiglia, Madrid e Milano, tanto per citarne alcune, alla modica cifra di 19,90 euro; stesso discorso da Ragusa nei mesi di gennaio, febbraio e marzo, dove presso lo scalo ibleo di Comiso ci si potrà imbarcare per raggiungere presto Roma, Dublino, Bruxelles, a patto però che si prenoti entro la mezzanotte del 15 dicembre.

A metà novembre, Ryanair ha organizzato a Palermo un’intera giornata di maxiselezioni con l’obiettivo di reclutare 1.450 assistenti di volo, tra hostess e steward, provenienti da tutta Europa.
Presso il “recruitment day” del 19, tantissimi giovani dai 18 anni in su che si sono presentati con cravatta e giacca oppure in collant color carne e tacco alto, mise indispensabile per un’accompagnatrice dei cieli.

La fortunata società di Micheal O’Leary quest’estate attraversò l’intera Penisola con il suo cast specializzato in selezioni di personale; ai fortunati un corso propedeutico del valore di 3mila euro, oltre, naturalmente, al posto di lavoro e a uno stipendio fisso.

È necessario sapere almeno una lingua straniera, possibilmente l’inglese, essere maggiorenni e non avere tatuaggi in vista; questi i requisiti fondamentali per diventare un assistente di volo Ryanair.
Nel settembre 2013 la compagnia fece un angoscioso tonfo in Borsa; da lì iniziarono una serie di manovre di miglioramento del servizio: da tariffe più flessibili per il bagaglio, alla possibilità di modificare la propria prenotazione senza costi aggiuntivi entro le 24 ore dalla conferma dell’avvenuto acquisto.

Una serie di provvedimenti che portarono il colosso europeo dei viaggi low-cost a proseguire la sua scalata verso il successo, un successo che già quest’estate si tradusse nei primi colloqui di lavoro in giro per l’Europa, per l’ampiamento del suo equipaggio.

Per chi si fosse perso il grande incontro di Palermo, niente paura, perché una nuova scrematura attende giovani volenterosi il 17 dicembre. Basta andare sul sito di Crewlink, l’azienda che si occupa di organizzare i colloqui per conto della società di volo, e rispondere ad alcune domande.

Autore | Enrica Bartalotta