Evade dai domiciliari per fare la spesa. Potrebbe brevemente riassumersi così la vicenda che ha visto protagonista il monrealese Salvatore Cappello, 35 anni, finito poi in manette a Palermo. Tutto è accaduto nei pressi della zona industriale di Brancaccio. L'uomo è evaso dagli arresti domiciliari ed è stato notato dagli uomini della sicurezza del supermercato Conad di via Pecoraino, mentre si aggirava tra gli scaffali.

È stato beccato con sei confezioni di caffè, cinque delle quali nascoste nelle tasche del giubbotto. Ha tentato di scavalcare le casse senza pagare, ma è stato bloccato dal personale del negozio: è nata una colluttazione, ma gli agenti del commissariato di Brancaccio hanno riportato la situazione alla normalità, bloccandolo e ammanettandolo. Dai controlli è emerso che era evaso dai domiciliari e aveva raggiunto il supermercato a bordo di un'auto rubata. La vettura e il caffè sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Il giudice ha convalidato il provvedimento di arresto di Cappello.