Ufficiale giudiziario in azione nella base militare USA di Sigonella per eseguire il pignoramento di oggetti d'oro, gioielli, pietre preziose e orologi (di un valore complessivo che si aggira intorno al 230 mila dollari) nel centro commerciale "Navy Exchange", di proprietà del governo degli Stati Uniti.

I beni posti sotto sequestro saranno venduti per pagare parte del debito maturato dall'amministrazione statunitense nei confronti di Carmelo Cocuzza, ex dipendente licenziato nel 2000: il vetrinista ha vinto la causa contro il governo americano per ingiusto licenziamento. La sentenza esecutiva dal 2014 prevede che sia risarcito per 600 mila dollari e reintegrato sul posto di lavoro.