Prima di essere arrestato (qui le immagini), Fabrizio Corona aveva registrato una lunga intervista, nel mese di luglio, con Maurizio Costanzo. Ieri è andata in onda la seconda puntata del programma chiamato, per l'appunto, "L'Intervista". Tutti i momenti della lunga e interessantissima chiacchierata sono raccolti a questo indirizzo sul sito di Mediaset.

"Ho perso i denti. Ho una placca che copre tutti i denti persi. È una storia di cui preferisco non parlare. Mi fa ricordare un'esperienza drammatica. Mi dà un punto di riferimento, ricordo quello che ho passato. Sono sistemi ed equilibri precari. Non posso permettermi di raccontarlo, perché se dovessi tornare in galera…", ha dichiarato Corona, che poi ha commentato le foto che lo ritraevano mentre era in carcere:

"Sono il simbolo dell'autodistruzione. Non ho nemici. Il più grande nemico di me stesso sono io. Ho mostrato le condizioni, in cui vivono migliaia di detenuti, che ho ritenuto ingiuste perché non rispettano i codici. Non era una foto di vanità, ma volevo andare contro il sistema per un principio mio giusto espresso in maniera sbagliata. Mi sono preso le mie responsabilità".

Fabrizio Corona, che in cella mangia poco e non dorme, aveva già spiegato di guadagnare in modo onesto: "Sto cercando di rispettare i codici. Non ho mai guadagnato soldi violando la legge. Sono sempre stato un lavoratore". Un concetto a quanto pare ribadito con forza anche al giudice durante l'interrogatorio.

Tanto spazio, inevitabilmente, alla vita privata. "Quella con Belen Rodriguez è stata una storia bellissima. Adesso non è più la Belen di prima. Siamo stati contaminati, non ragioniamo più con l'anima ma rappresentiamo il nostro personaggio". Parole al miele, infine, per il figlio Carlos, avuto dalla showgirl Nina Moric: "Lo vedo regolarmente. Lui è un bambino speciale. Ha 14 anni, ma è come se ne avesse 30. Conosce a memoria le mie disavventure. Quando sono tornato, mi ha abbracciato e detto: 'Papà ora ci penso io a te'. Se non lo chiamo per un giorno, preso dalla mia vita frenetica, mi rimprovera".