È tutto pronto per la Festa di San Paolo a Palazzolo Acreide (Siracusa). Il culto è molto antico, molto probabilmente antecedente alla stessa elezione del Santo a patrono, avvenuta nel 1688, al posto della Madonna di Oditrigia. Si comincia già oggi, mercoledì 26 giugno, alle ore 23, con l’accensione musicale delle luminarie della facciata della Basilica e lo spettacolo piromusicale.

Il momento più suggestivo è sicuramente in programma sabato 29 giugno, alle ore 13, con la maestosa e spettacolare Sciuta della Basilica. Le vare con la reliquia e San Paolo escono in processione, portate da devoti a spalla nuda. Tutto intorno ci sono il fragore assordante di migliaia di mortaretti, le raffiche di “nzareddi” lanciate dai piani alti della facciata e le marce musicali, che accolgono i fercoli sul sagrato.

La processione percorrerà le tradizionali vie della Palatiolum medievale seguite da una moltitudine di donne scalze. Durante la processione si ripeterà il rito della presentazione dei bambini nudi al Santo Patrono.

Il 29 giugno ha inoltre inizio con la benedizione e la distribuzione della spiga di San Paulu e “U giro ro pani“. Un un piccolo carretto viene trainato a mano per le vie del paese dai fedeli e raccoglie le  tradizionali “cuddure”, pani a forma di ciambella decorati con serpenti che vengono poi benedetti e venduti nel sagrato della chiesa.