Sarà maschio o femmina? La pressione del sangue di una donna è una chiave per prevedere le sue chance di avere un maschietto o una femminuccia in caso di gravidanza: le donne che tendono ad avere la pressione un po' più alta prima di una gravidanza hanno tendenzialmente maggiori probabilità di concepire dei maschi. È quanto scoperto in una ricerca pubblicata sull'"American Journal of Hypertension" e condotta presso l'ospedale Mount Sinai di Toronto, in Canada.

Gli esperti sono partiti da un grande campione di donne non incinte all'inizio dello studio; tutte pianificavano, però, di avere una gravidanza nel futuro prossimo. Un check-up generale della salute delle donne è stato eseguito all'inizio della ricerca. Poi gli esperti hanno continuato a seguire quella parte del campione iniziale che è rimasta incinta (oltre 1400 donne). Tenendo conto di tanti fattori potenzialmente in gioco, è emerso che la pressione del sangue di una donna può essere un fattore determinante per le sue chance di avere un maschio o una femmina in caso di gravidanza.

In particolare è emerso che se lei ha una pressione tendenzialmente più alta – intorno a 106 millimetri di mercurio, parliamo della 'massima', ovvero la cosiddetta pressione sistolica – le sue chance di concepire un maschietto sono superiori rispetto a coetanee con pressione intorno ai 103. Lo studio suggerisce che la pressione del sangue di una donna è un fattore indipendente che potrebbe avere un ruolo determinante nel favorire la nascita di un maschietto o di una femminuccia. Questo fatto potrebbe consentire agli studiosi di formulare ipotesi su quali fattori condizionano il rapporto maschi/femmine nelle nascite.