270px-Dipartimento_della_Protezione_Civile.svgIl Centro Funzionale Centrale (Settore Meteo) della protezione civile ha pubblicato oggi il nuovo bollettino di vigilanza meteorologica nazionale per le prossime ore e i prossimi giorni, che sull’Italia saranno ancora condizionati dal maltempo. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile  sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

IL BOLLETTINO PER DOMANI, VENERDI’ 22 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale e settori tirrenici di Basilicata e Calabria settentrionale, con quantitativi cumulati elevati o puntualmente molto elevati;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto della Campania, Basilicata occidentale, settori tirrenici della Calabria centrale e Lazio meridionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le restanti regioni, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.
Nevicate: generalmente moderate, con quota neve sui 500-700 metri al nord, localmente a quote inferiori sul Piemonte.
Visibilità: ridotta nelle precipitazioni.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: tendenti a forti, con raffiche di burrasca, da ovest-nord-ovest su Sardegna e Sicilia; localmente forti sud-occidentali sulle regioni meridionali; forti settentrionali sulla Liguria e da nord-est sul Golfo di Trieste.
Mari: agitati, tendenti a molto agitati, il Mare e Canale di Sardegna e localmente il Tirreno meridionale e lo Stretto di Sicilia; molto mossi i restanti bacini, localmente agitati in serata il Mar Ligure, il resto del Tirreno e lo Ionio.

IL BOLLETTINO PER DOPODOMANI, SABATO 23 NOVEMBRE 2013:

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Emilia Romagna, Veneto meridionale, Sardegna settentrionale, Lazio meridionale, Campania, Basilicata, Calabria centro-settentrionale e Sicilia occidentale, con quantitativi cumulati moderati o localmente elevati sulle zone tirreniche;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone del Paese, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: quota neve in rialzo sui 700-1000 metri sulle regioni settentrionali.
Visibilità: ridotta nelle precipitazioni.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti o di burrasca occidentali sulla Sardegna, sud-occidentali su Sicilia, Campania e Calabria; localmente forti sud-occidentali sul resto del sud; di burrasca settentrionali sulla Liguria e nord-orientali sul Triestino; localmente forti da nord o nord-est sulle restanti regioni settentrionali, sulla Toscana, Marche e alto Lazio.
Mari: da agitati a molto agitati il Mare e Canale di Sardegna e il Tirreno meridionale; molto mossi i restanti bacini, localmente agitati il Mar Ligure e i restanti settori del Tirreno.

Peppe Caridi