PALERMO – Un 38enne incensurato è stato arrestato a Palermo con l'accusa di atti persecutori nei confronti di una donna con cui aveva precedentemente avuto una relazione sentimentale. Dopo che lei aveva deciso di mettere fine alla storia, aveva cominciato a subire continue intrusioni nel suo privato da parte dell'ex, che andavano avanti già da qualche mese, culminate con un'irruzione nella sua abitazione, domenica mattina.

Un risveglio da incubo per la donna, che si è ritrovata lo stalker nel proprio letto: il 38enne aveva scassinato la porta con cacciavite e tenaglia per proporle di riprendere la loro relazione. Impaurita, ha prima cercato di allontanare l'uomo ed ha in seguito tentato di instaurare un dialogo: lo ha quindi convinto ad uscire insieme ed una volta fuori casa ha cercato rifugio in un negozio, chiedendo aiuto ai titolari.

Una volta avvertite le forze dell'ordine, lo stalker si è allontanato, ma è stato in seguito rintracciato nella zona di San Lorenzo, nei pressi dell'abitazione di un amico. Il 38enne è stato arrestato ed adesso si trova agli arresti domiciliari: ha ammesso di aver agito per far tornare sui suoi passi ma "di non essere mai andato al di là di comportamenti civili, seppur insistenti".