Imperversa il maltempo in tutt’Italia con freddo, piogge sparse, temporali e grandinate da nord a sud: le temperature sono crollate su valori ben inferiori rispetto alle medie del periodo, e soprattutto durante i fenomeni più intensi la colonnina di mercurio precipita ulteriormente, come a Salerno dove diluvia con appena +7°C in pieno giorno e la temperatura massima odierna non ha superato i +9°C in riva al mare. Ma piove e fa freddo ovunque, dai +9°C di Perugia ai+10°C di Roma, dai +5°C di Cosenza e Rieti fino ai +12°C di Olbia.
proloc_camNelle zone interne sono in atto vere e proprie bufere di neve, con accumuli dagli 800900 metri su tutto l’Appennino (Sud compreso, soprattutto in Sila dove le precipitazioni nevose sono particolarmente intense = vedi webcam). Nelle prossime ore, e in modo particolare nel corso del pomeriggio/sera di oggi, il maltempo si concentrerà ulteriormente sulle Regioni meridionali, con forti temporali nel basso Tirreno soprattutto sulla Calabria, dove avremo forti nubifragi e copiose nevicate a partire dagli 800 metri di quota su tutti i rilievi regionali esposti a ovest. Sicilia tirrenica colpita invece solo di striscio, comunque con dei fenomeni nel messinese e sulle isole Eolie.
prec6h_med_60.000001Poi avremo altri tre giorni di forte maltempo: martedì, mercoledì e giovedì. Venerdì gli ultimi fenomeni d’instabilità residua, e poi ampie schiarite nel weekend. Attenzione agli altri due transiti perturbati di domani e poi soprattutto di dopodomani, mercoledì 26 marzo, quando è alto il rischio di fenomeni particolarmente estremi con nubifragi violenti, temporali e acquazzoni su tutte le Regioni tirreniche (vedi mappe in coda all’articolo sotto l’immagine satellitare). Per monitorare la situazione in diretta potete scorrere le nostre news in tempo reale e le pagine del nowcasting: satellitisituazione,fulminazioniradar e webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica,redazione@meteoweb.it.

Peppe Caridi