Due genitori di Jesi, in provincia di Ancona (Marche), hanno vissuto un vero e proprio incubo: hanno trovato la figlia morta a letto. Erano le 3 quando la sveglia della 28enne Laura Romiti ha iniziato a suonare, come tutte le mattine. La ragazza si sveglia ogni giorno quando gli altri ragazzi rientrano a casa dai locali perché lavora in un panificio. Purtroppo, però, Laura non si sarebbe mai svegliata.

Verso le 4 i genitori sono entrati nella sua camera: pensavano stesse tardando. Pochi minuti prima erano stati svegliati nel cuore della notte dal collega del panificio, preoccupato per il forte quanto insolito ritardo di Laura. Aveva chiamato al numero fisso di casa perché non riusciva a raggiungerla al cellulare.

Quando la madre e il padre sono andati in camera a svegliarla non ci sono riusciti. Inutile la richiesta di soccorsi: i medici non hanno potuto far altro che constatare la morte. Laura era giovanissima, in ottima salute, e non soffriva di patologie rilevanti. Sarà l'autopsia a chiarire le cause del decesso improvviso.