Prima li hanno rapinati e sequestrati, poi gli hanno bruciato casa: è giallo a Palermo, dove tre uomini armati, con il volto coperto da passamontagna, hanno sorpreso una coppia di coniugi che stava rientrando a casa, nel quartiere Cruillas. La polizia ha mantenuto il massimo riserbo sui dettagli, ma da quanto trapelato si comprende che la vicenda non può essere classificata come un semplice furto.

Questi i fatti. Nella notte del 13 settembre la coppia stava rincasando ed è stata sorpresa alle spalle da tre uomini con il volto coperto, armati di pistola. I tre hanno costretto marito e moglie ad aprire la cassaforte e consegnare 5.000 euro in contanti e gioielli per un valore da quantificare. Dopo il furto, marito e moglie sono stati accompagnati fuori dall'abitazione e portati in un casolare vicino.

I malviventi, quindi, hanno fuoco all'abitazione e si sono allontanati urlando che quanto avvenuto era un "avvertimento". Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini della Scientifica, per effettuare tutti i rilievi del caso, anche se parte delle tracce potrebbero essere state cancellate dalle fiamme.