01Appuntamento speciale oggi, sabato 22 novembre al Farm Cultural Park di Favara. Alle ore 20:00 il professor Carlo Colloca, e due architetti del Gruppo G124 parleranno di riqualificazione.

Sei giovani architetti capitanati dal Senatore a vita Renzo Piano, con in mente e nelle mani la voglia di dare un’altra faccia al delicato tessuto urbano delle periferie italiane.
È G124, un laboratorio nato dal desiderio di migliorare la vita dei cittadini che proprio in quei non-luoghi che sono le periferie, vivono in maggioranza.

Diversi gli interventi messi appunto già in alcune città, come il ri-arredamento del viadotto Gronchi, a Roma. Il “rammendo verde” di quello che una volta avrebbe dovuto essere il collegamento tra Saxa Rubra e Cinecittà, passa oggi dall’istituzione di un sentiero che ben presto diventerà ciclabile, e di una sopraelevata: quasi 2 chilometri saranno destinati al tram; e intanto tra i popolosi quartieri di Serpentara, Fidene, Vigne Nuove, Valmelaina sorge un prato con attrezzature ludiche per i più piccoli.

A Librino, nel catanese, lo scorso ottobre sono giunti gli architetti Roberta Pastore e Roberto Corbia, due dei giovani collaboratori che vengono pagati da Piano con il suo stipendio di Senatore a vita, per la realizzazione del progetto G124.
Tre giorni di confronti che hanno portato i ragazzi a pensare di realizzare un parco nei 400 metri di strada che collegano la scuola Brancati al campo sportivo San Teodoro e infine agli orti.

18 giochi interattivi, sportivi ed educativi, faranno dunque bella mostra di sé alle porte dell’edificio scolastico, per dare a tutti la possibilità di partecipare e socializzare; il progetto è stato portato avanti e messo appunto anche con l’aiuto del professor Carlo Colloca, Segretario Nazionale del Consiglio Scientifico della Sociologia del Territorio dell’Associazione Italiana di Sociologia, dell’Accademia Abadir e dell’ordine degli Architetti.

Ed è in questo spirito che si colloca la visita del professor Carlo Colloca, docente dell’Università degli Studi di Catania, insieme agli architetti Corbia e Pastore, rispettivamente di 30 e 33 anni, entrambi con l’archistar Piano dal gennaio 2014, al Farm Cultural Park di Favara, cittadina della provincia di Agrigento.
L’incontro, aperto a tutti, avrà l’obiettivo di stabilire in quali parti della città intervenire e con quali premesse; gli architetti portano infatti avanti diversi progetti, per dimostrare quanto sia sfaccettata la realtà che si trova dietro al termine ‘riqualificazione’.

Si tratta di interventi relativi all’adeguamento energetico, oppure al consolidamento o al restauro dei luoghi pubblici e di aggregazione; i lavori possono anche essere relativi ad iniziative di ‘ri-arredo urbano’, volte all’uso del verde o di elementi di trasporto pubblico.

All’interno del Cortile Bentivegna, sette piccoli spazi dedicati agli artisti; musei, centri culturali e d’arte contemporanea, fondati nel giugno 2010 dal notaio Andrea Bartoli e dall’avvocato Florinda Saieva. Una vera e propria galleria espositiva che nel 2011 si è aggiudicata il Premio Cultura di Gestione di Federculture. Ad accogliere i convenuti tra i Sette Cortili, per l’incontro con i tre del G124, anche intrattenimento musicale e bevande.

Autore | Enrica Bartalotta