01Erano i primi del mese di luglio 2013 quando Papa Francesco fece visita ai cittadini di Lampedusa. Ora arriva un prodotto filatelico per commemorare quell’evento; il ricavato? In beneficienza.

Oltre 10mila persone giunsero quell’estate a raccolta, per ascoltare le parole del Papa, che si era recato a Lampedusa per parlare di immigrazione e indifferenza: «chiediamo perdono per l'indifferenza, per chi si è chiuso nel proprio benessere che porta all’anestesia del cuore, per coloro che con le loro decisioni a livello mondiale hanno portato a situazioni che conducono a questi drammi.» ha dichiarato il Pontefice alla folla di cappellini bianchi e gialli che lo ha accolto.

Commemorerà quindi le persone morte in mare, il francobollo dell’ufficio filatelico vaticano. Ben 3.200 in 10 mesi su orde di centinaia e centinaia che tutti i giorni si accalcano sulle coste delle isole della Sicilia, e in particolare di Lampedusa, con la speranza di un futuro migliore.
A neanche un mese dalla chiusura del progetto “Mare Nostrum”, si parla già di 150.000 immigrati, provenienti soprattutto dalle zone più travagliate dell’Africa e del Medio Oriente, tratti in salvo nel nostro Paese grazie agli sforzi e ai mezzi tecnici della Marina Militare. Uomini, donne e bambini dichiarati “irregolari”, che grazie all’intervento delle Forze dell’Ordine e dei volontari, hanno potuto raggiungere così le altre Nazioni d’Europa, dove hanno richiesto asilo politico.

A meno di un anno dalla nota visita del Papa all’isola siciliana dunque, l’ufficio del Vaticano preposto decide di emettere un libretto filatelico che ricordi tutte le visite di Francesco Bergoglio, effettuate dal marzo 2013, mese della sua elezione a Pontefice, fino alla fine dell’anno scorso. 4 francobolli dunque, per il prezzo di 3,40 euro.

Si spera che siano anche questa volta 80-90mila i collezionisti che acquisteranno questa edizione del libretto, in cui campeggia anche un francobollo a ricordo della visita a Rio de Janeiro per la “Giornata mondiale della gioventù”.
Ed è infatti per commemorare i viaggi internazionali che solitamente viene realizzato il prodotto filatelico, ma per il momento Papa Bergoglio si era recato solo a Lampedusa, Cagliari e Assisi, Rio de Janeiro a parte; per questo motivo, si è pensato di realizzare ‘un’edizione speciale’, che comprendesse anche i viaggi ‘italiani’. Il francobollo di Lampedusa costerà 0,89 centesimi e il ricavato verrà devoluto in beneficienza alle attività messe in essere dal Vaticano per l’aiuto ai migranti.

Proprio nel suo Messaggio Urbi et Orbi di Pasqua, il Papa aveva già portato avanti il discorso della tratta delle persone, e condannato l’avidità di quanti campano senza rispettare più la vita umana. Un messaggio che ha avuto il suo culmine proprio durante la visita a Lampedusa dove Bergoglio ha parlato da un palchetto fatto con i legni delle barche confiscate agli scafisti, da cui poi ha gettato una corona di fiori bianchi e gialli in mare; un luogo simbolico in tutti i sensi, il pulpito perfetto per dire basta ai criminali senza scrupoli e grazie a quanti abbiano aiutato i profughi ad avere salva la vita: dagli abitanti di Linosa e Lampedusa alle associazioni di volontari, fino alla Marina Militare.

 Autore | Enrica Bartalotta