Gli sferra un pugno in volto e gli fa perdere 4 denti, tutto per non pagare 5 euro di ricarica telefonica. È accaduto a Ragusa, in una tabaccheria del centro. L'aggressore, un 50enne ragusano, è entrato nell'esercizio commerciale chiedendo la ricarica. Accorgendosi di non avere con sé contanti, ha chiesto di pagare col bancomat, servizio però non garantito dal negozio.

L'uomo, a quel punto, ha chiesto di allontanarsi per prelevare. Passati alcuni minuti senza che il cliente tornasse, il titolare si è insospettito e lo ha contattato telefonicamente per chiedere spiegazioni. L'uomo si è arrabbiato e ha annunciato che avrebbe presto fatto ritorno; da lì, è nato un diverbio e il 50enne, ritenutosi offeso dalle rimostranze del tabaccaio, si è allontanato dicendo che non avrebbe pagato.

L'esercente non ha accettato questa "soluzione" e ha seguito l'uomo fino a quando gli è arrivato sul volto un violento pugno che gli ha causato una ferita da taglio al mento, l’avulsione di 4 denti e una prognosi di 20 giorni. Anche grazie alle riprese interne della tabaccheria, il fumantino cliente è stato rintracciato dalla polizia e poi denunciato per lesioni personali e insolvenza fraudolenta.