GRAMMICHELE (CATANIA) – I carabinieri della stazione di Grammichele, in provincia di Catania, hanno arrestato un 35enne del luogo per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali ed estorsione. Ieri sera una chiamata anonima al 112 ha messo in allarme i militari, giunti nell'abitazione dei genitori dell'aggressore, al centro del paese.

Il padre era stato preso a calci e pugni dal figlio dopo l'ennesimo diverbio scaturito dalle pressanti richieste di denaro; il genitore si era rifiutato, da lì la follia. La vittima, trasportata al locale presidio sanitario di emergenza, è stata medicata per delle ferite al labbro e alla guancia.

L'arrestato, su disposizione dell'autorità giudiziaria, è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone. Solo pochi giorni fa, un caso molto simile era avvenuto a Palermo.