Sono riusciti a estorcere quasi 300mila euro a 41 anziani, seguendo un modus operandi ormai ben rodato. Sceglievano le vittime con cura, poi entravano in azione, ma alla fine sono stati scoperti dalla polizia: un uomo di 40 anni e la sua compagna di 43 anni, mamma di una bimba minorenne, hanno messo a segno colpi in diverse città italiane, inclusa Palermo.

L'uomo è stato arrestato, mentre la donna è stata denunciata, per i reati di estorsione aggravata ai danni di persone anziane, trffa, intestazione fittizia di beni e riciclaggio di denaro. Le indagini sono partite dalla denuncia di una pensionata milanese che ha confessato di aver dato a due persone quasi 40mila euro. I truffatori facevano sottoscrivere agli anziani un abbonamento a riviste specializzate redatte dalle forze dell'ordine.

Quando arrivava la richiesta di disdetta, la coppia contattava le vittime, concentrandosi su quelle più deboli e sole, e chiedeva somme di denaro per saldare l'abbonamento, spacciandosi per funzionari del tribunale. All'inizio i due erano gentili e garbati ma, dopo il primo pagamento, iniziavano a perseguitare telefonicamente le vittime, che finivano per pagare cifre esorbitanti.