Si aggrava il bilancio della valanga che ha colpito l'hotel Rigopiano, dopo le già drammatiche notizie di ieri (leggi qui). Sono stati recuperati altri due corpi dalle macerie e il numero delle vittime accertate sale a 14, mentre i dispersi di conseguenza scendono a 15. I cadaveri sono di due donne e sono stati estratti poco dopo le 9. Altri due corpi, un uomo e una donna, sono stati recuperati nella notte. Nella tarda serata di ieri, inoltre, tra le salme recuperate è stata identificata quella di Linda Salzetta.
 
La ragazza, che lavorava al centro benessere dell'hotel, è la sorella di Fabio, il "tuttofare" del Rigopiano che insieme a Giampiero Parete si è salvato dalla valanga perché si trovava all'esterno dell'albergo. In questi giorni Fabio è stato fondamentale per i soccorritori indicando dove potevamo trovarsi gli eventuali sopravvissuti fornendo anche indicazioni precise sell'interno della struttura travolta dalla valanga. Ai vigili del fuoco aveva indicato anche dove cercare la sorella, in una zona nei pressi della cucina, e la ragazza è stata trovata proprio lì.

Intanto proseguono le indagini sulla tragedia, a partire dai presunti allarmi inascoltati. Sotto la lente anche l'area di costruzione del resort Rigopiano che si troverebbe proprio alla "foce" di un canalone e sarebbe costituita da detriti di antiche valanghe. E il padre di uno dei dispersi lancia accuse pesantissime (leggi qui).