Emergono nuovi dettagli sulla vicenda di Mario Ruffino, il cui cadavere è stato nel territorio di Campofelice di Roccella (Palermo) (Leggi qui). Secondo l'autopsia, sarebbe stato ucciso a colpi di spranga, in un luogo diverso rispetto a quello del ritrovamento, ma al momento non ci sono ipotesi sul movente e sugli autori del delitto.Saranno gli agenti di polizia del commissariato di Cefalù, guidato da Manfredi Borsellino, a cercare di ricostruire cosa è accaduto.

Nell'ambito delle indagini sono state effettuale alcune perquisizioni, che però non avrebbero fornito alcuna risposta agli investigatori. Mario Ruffino sarebbe stato colpito più volte alla testa con un oggetto contundente, per poi essere rinchiuso in un sacco e abbandonato vicino alla strada statale 113. Il 44enne era scomparso da Caltavuturo nel mese di novembre: si sarebbe allontanato per cercare funghi, ma non ha più fatto ritorno.