È di Daniele Cancemi, 29 anni, il cadavere con la testa mozzata ritrovato il 4 ottobre scorso nelle campagne di Biancavilla, a Catania. Non si avevano notizie del ragazzo dal 30 agosto scorso.

A confermarlo è stata la procura di Catania dopo che il medico legale ha eseguito specifici esami sul Dna comparando quello della vittima a quello dei suoi familiari. Attualmente gli investigatori ritengono che a uccidere il 29enne siano state persone che conosceva e che l'omicidio sia avvenuto in seguito a contrasti personali.

Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Andrea Ursino stanno valutando le posizioni di due sospettati.