Il Carnevale di Sciacca potrebbe finire in Tribunale. L'associazione seconda classificata, quella del carro "Battito animale", si è rivolta a un avvocato, per valutare se ci sono gli estremi per un ricorso contro la valutazione delle giuria. A vincere per un solo punto di distacco, è stato il carro "Raggi di luce".

«Noi non abbiamo nulla contro il carro che ha vinto – precisa Vincenzo Cucchiara, carrista di “Battito Animale – ma sono stati componenti della giuria a parlare di una votazione a pari merito e questo deve essere chiarito».

La giuria, dal canto suo, ha precisato, attraverso un comunicato stampa: «Non si è proceduto alla conta dei voti complessivi perché ad ogni singolo giurato si chiedeva la valutazione personale su determinate voci e non il parere finale». Secondo la giuria – spiega il Giornale di Sicilia – lo scarto di un solo voto tra il primo e il secondo «testimonia che ciascun componente della giuria ha votato con trasparenza, serenità e senza influenze o pressioni esterne».

FOTO DI REPERTORIO