castagnoNel paesino di Sant’Alfio, in provincia di Catania, c’è un grandissimo castagno plurimillenario chiamato castagno dei cento cavalli.

In realtà la zona è piena di castagni ed alcuni sono veramente famosi, come il castagno “la nave”, chiamato così per le sue dimensioni spropositate, ed uno chiamato “sbigghiasonnu” perché, a quanto pare, ne trovano dimora un sacco di uccellini che alle prime ore del mattino iniziano a cinguettare svegliando tutti.

L’albero di cui parleremo noi, quello dei cento cavalli, è nel guinness dei primati come il più grande albero d’Europa, con una circonferenza di 57 metri. Proprio per queste dimensioni ha dato origine ad una curiosa leggenda che non trova nessun fondamento storico, poiché, la regina di cui parleremo non è mai venuta in Sicilia.

Si racconta, che durante una battuta di caccia sull’Etna, alla ricerca di daini e cinghiali, la regina Giovanna I d’Angiò (regnò tra il 1343-1381) e la sua corte, costituita, tra servi e nobili, da 100 persone a cavallo, furono sorpresi da un violento temporale e non trovando una casa dove rifugiarsi, si ripararono sotto le enormi fronde di questo castagno.

Da quel momento in poi l’albero fu conosciuto, appunto, come castagno dei cento cavalli!

Di Alessandra Cancarè