Manuela Bailo, la 35enne bresciana scomparsa il 29 luglio scorso, è stata assassinata. A confessare il delitto è stato l'amante della donna, Fabrizio Pasini, 48enne bresciano, sindacalista della Uil e collega della giovane.

L'uomo, tornato nella serata di domenica dalla Sardegna, ha portato gli inquirenti sul luogo dove ha sepolto Manuela e ha fatto anche ritrovare l'auto, lasciata dove i due si erano incontrati la sera del 28 luglio a Brescia.